Cerca
  • PAN Italia

La nuova relazione della Corte dei conti europea conferma l'inazione della Commissione UE!

Aggiornato il: lug 10

Bruxelles, 09/07/2020


Oggi la Corte dei conti europea ha pubblicato una relazione (qui per leggerla) sulle azioni della Commissione europea per proteggere gli impollinatori selvatici.


Ancora una volta, la relazione evidenzia una mancanza di impegno e coerenza da parte dell'esecutivo dell'UE e di come le ambizioni di protezione ambientale vengano soffocate dalla volontà di mantenere un modello intensivo di agricoltura, fortemente dipendente dai pesticidi, che rappresentano una grave minaccia per sia la salute umana che l'ambiente.


Oggi più che mai, PAN Europeo si rammarica che le voci dei cittadini non vengano ascoltate: come tali, invitiamo le persone a firmare l'iniziativa per i cittadini europei di Save Bees and Farmers [2] per garantire che la Commissione europea e gli Stati membri adottino misure per proteggere efficacemente gli impollinatori.


Martin Determine, responsabile delle politiche ambientali di PAN Europe, ha dichiarato: “Il rapporto conferma l'atteggiamento schizofrenico già manifestato dalla Commissione europea su tali questioni: da un lato, milioni di euro vengono spesi per sostenere gli agricoltori nella piantagione di strisce di fiori o nel piantare le siepi lungo i loro campi come misure per aiutare a ripristinare la biodiversità; dall'altro, tuttavia, miliardi sono spesi nella politica agricola comune per sostenere l'agricoltura intensiva, che è la causa principale del massiccio declino delle popolazioni di api ”.


La relazione elenca i programmi finanziati dall'UE che mirano ad aumentare la protezione degli impollinatori, come LIFE, progetti di ricerca o programmi di apicoltura. In settori specifici, la relazione evidenzia le azioni a livello degli Stati membri nel quadro della direttiva Habitat, mentre gli autori confermano che gli impollinatori non sono presi in considerazione nella politica agricola comune.


"Dobbiamo urgentemente conciliare agricoltura e biodiversità - e la proposta riforma della PAC, così come l'approccio conservativo dei ministeri agricoli degli Stati membri sono segnali negativi per il futuro dei nostri impollinatori", ha aggiunto Dermine.

PAN Europe è tra gli iniziatori e gli organizzatori dell'iniziativa dei cittadini europei Save Bees and Farmers [2], che ha già raccolto oltre 420.000 firme in tutta l'UE per chiedere alla Commissione europea di avviare atti legali per eliminare gradualmente i pesticidi sintetici in Europa l'agricoltura, ripristinare la biodiversità nei terreni agricoli e sostenere gli agricoltori nella transizione verso l'agroecologia entro il 2035.


Contatto: Martin Dermine, Environment Policy Officer, Pesticide Action Network (PAN) Europe, martin@pan-europe.info. +32 486 32 99 92



[1] https://www.eca.europa.eu/Lists/ECADocuments/SR20_15/SR_Pollinators_EN.pdf(link is external)


[2] www.savebeesandfarmers.eu(link is external)


ECA report 09072020 reaction pc_final.pdf

Related Briefings

PAN Europe's reaction to European Commission publication of Harmonised Risk Indicators (HRI) for pesticides

Chlorpyrifos residues in fruits

PAN position on the EC proposal for the establishment of 'Harmonised Risk Indicators' on pesticides







0 visualizzazioni

Sede PAN Italia  Università Politecnica delle Marche (AN)         panitalia20@gmail.com